Inammissibile il ricorso in Cassazione per errore percettivo del giudice di merito

gennaio 24th, 2023|Diritto civile, giuseppe edoardo tarabuso|

Con ordinanza n. 35483 del 2022 la Suprema Corte di Cassazione torna a ribadire il principio secondo cui un errore “percettivo”, e quindi non “valutativo”, commesso dal giudice di merito nell’analizzare il contenuto di un documento sul quale poi è stato fondato unicamente l’errato impianto motivazionale non è ammissibile quale motivo del ricorso in Cassazione.

L’amministratore di diritto, anche se prestanome, risponde del reato

novembre 28th, 2022|Articoli, Diritto Tributario, giuseppe edoardo tarabuso|

Con la sentenza n.15218 del 20.04.2022 la Corte di Cassazione ha fornito una risposta più chiara a quelle che erano le perplessità createsi in ambito di responsabilità tributarie dei cosiddetti prestanome, affermando che questi ultimi, di diritto, rispondono del reato. Nel caso concreto, la sentenza di primo grado con cui il contribuente è stato condannato

Cartella di pagamento, interessi e obbligo di motivazione: i chiarimenti delle Sezioni Unite

ottobre 28th, 2022|Diritto Tributario, giuseppe edoardo tarabuso|

La Corte di Cassazione, a Sezioni Unite civili, con sentenza n. 22281 del 15 luglio 2022, in risposta ad una questione sollevata dalla Quinta sezione della medesima Corte, ha stabilito che l’obbligo di motivazione, concernente la cartella di pagamento emanata successivamente all’adozione di un atto fiscale ove siano stati già quantificati il debito di imposta

Crisi da sovraindebitamento: focus sull’ordinanza della Cassazione

ottobre 13th, 2022|Diritto commerciale e societario, giuseppe edoardo tarabuso|

Con ricorso ex lege n 3/2012 al Tribunale di Cosenza Mc deduceva di versare in stato di sovraindebitamento e proponeva ai creditori un piano di ristrutturazione dei debiti al fine di soddisfare i propri crediti. Il tribunale di Cosenza denegava l’omologazione del piano sottolineando che la percentuale di soddisfazione dei creditori (3,82%) “non risponde al

Cassazione: ricorso iscritto da più di tre anni ma non ancora fissato, cosa fare?

luglio 1st, 2022|Cassazione, giuseppe edoardo tarabuso, Maria Raffaella Talotta|

E’ risaputo che sono molteplici i ricorsi per Cassazione che pendono dinanzi alla Suprema Corte di Cassazione – Sezione Civile - per di più depositati anche da oltre tre anni e non ancora fissati. Ribadito che non sussiste alcuna norma o disposizione interna alla Cassazione che impone di presentare l’istanza di trattazione  per i ricorsi

Superamento del limite di finanziabilità del mutuo fondiario: l’ultima parola alle ss.uu.

maggio 4th, 2022|Diritto Bancario, giuseppe edoardo tarabuso|

La Prima Sezione, durante l’analisi della controversia introdotta dalla parte ricorrente, procedeva a pronunciarsi sulla annosa questione della sorte del mutuo fondiario che fosse stato concesso in violazione del limite di finanziabilità ex art. 38, comma 2, TUB. La summenzionata norma attribuisce alla Banca d’Italia la determinazione dell’ammontare massimo dei finanziamenti, che viene individuato “in