Reati edilizi: la Cassazione chiarisce le differenze tra “pergolato” e “tettoia”

maggio 24th, 2022|Diritto civile, Mario Alletto|

È il caso di recente preso in esame dalla Corte di Cassazione, la quale, con ordinanza del 16 marzo 2022, n. 8762, ha confermato la sentenza di condanna emessa dalla Corte d’Appello per il reato di cui all’art. 44, lett. c) D.P.R. 380/2001 (Testo Unico in materia Edilizia), che punisce – con l’arresto fino a

Il risarcimento del danno all’immagine: la Suprema Corte chiarisce gli esatti confini del “prezzo del consenso”

maggio 17th, 2022|Claudia Pescatore, Diritto civile|

La Suprema Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 11768 del 12 aprile 2022, è tornata ad occuparsi della lesione del diritto di immagine, ribadendo alcuni importanti principi in materia di risarcimento del danno. Occorre preliminarmente sottolineare che per diritto di immagine si intende un diritto riconosciuto in capo ad ogni individuo di scegliere quando ed entro

Diritto all’oblio. Deindicizzare ma non cancellare

maggio 11th, 2022|Diritto civile, Ilaria Campagna|

Il diritto all’oblio non è un concetto nuovo, esiste da quando esistono i mezzi di informazione. Il principio di fondo consiste nel rispetto della riservatezza di ogni cittadino sicché, quand’anche una persona sia stata al centro di una vicenda di pubblico dominio, questa ha diritto ad essere “dimenticata” nel momento in cui il fatto non

NFT, arte e proprietà intellettuale

aprile 28th, 2022|chiara verdone, Diritto civile|

L’abbreviazione NFT sta per Non-Fungible Token più comunemente “gettone digitale non fungibile” Con tale espressione si identificano dei token unici, non fungibili, cioè non intercambiabili né sostituibili e divisibili, con i quali è possibile rappresentare un asset in formato digitale, come opere d’arte digitali, oggetti collezionabili su blockchain. L’NFT consente quindi di rappresentare qualsiasi oggetto digitale come

La ripartizione dell’onere della prova tra datore e lavoratore

aprile 5th, 2022|Diritto civile, Ilaria Varì|

Prima di entrare nel merito di quanto statuito dalla Cassazione nella pronuncia n. 7058 del 3 marzo 2022, occorre analizzare brevemente la vicenda in relazione alla quale la Corte si è trovata a decidere. Nel caso di specie, un lavoratore adiva il Tribunale di Sulmona al fine di ottenere la declaratoria della responsabilità contrattuale o

Vizi e difformità del contratto di appalto

aprile 1st, 2022|chiara verdone, Diritto civile|

Con il contratto di appalto un soggetto, detto appaltatore, si obbliga nei confronti di un altro soggetto, detto committente, a compiere una determinata opera o un servizio a fronte di un corrispettivo in denaro, tramite propria organizzazione di mezzi e con gestione del rischio a proprio carico. L’appalto è un tipo di contratto previsto e