La società di consulenza fiscale risponde dei danni cagionati per imperizia o negligenza del socio

gennaio 12th, 2023|Alberto Grassi, Articoli, Diritto commerciale e societario|

Con la recente ordinanza n. 34195/2022, la Corte di Cassazione (Sez. III Civile) ha manifestato una posizione alquanto stringente nell’affermare la diretta responsabilità di una società di consulenza fiscale e tributaria – e, con ciò, condannandola al risarcimento del danno – per la produzione di un danno (nei confronti di una società cliente) scaturente dal

Società occulta: cos’è e quali sono le responsabilità verso terzi

novembre 3rd, 2022|Diritto commerciale e societario, Veronica Venturi|

La società occulta è una società irregolare, non essendo iscritta al registro delle imprese, che si realizza tramite l’accordo dei soci i quali, nel costituirla attraverso un vincolo sociale (e non tramite atto costitutivo), stabiliscono che lo stesso debba avere carattere segreto.  Ad essere iscritto al registro delle imprese è il socio che agisce individualmente

Socio esce dalla società prima dell’approvazione del bilancio: che succede?

ottobre 24th, 2022|Alberto Grassi, Diritto commerciale e societario, Diritto Tributario|

Con l’ordinanza n. 20126/2018, la Corte di Cassazione (Sez. Tributaria) ha enunciato un importante principio di diritto secondo il quale il socio di una società di capitali a ristretta base azionaria, che lasci la compagine societaria prima che venga approvato il bilancio d’esercizio, va esente dagli accertamenti fiscali sugli utili maturati nel corso di quell’esercizio

Crisi da sovraindebitamento: focus sull’ordinanza della Cassazione

ottobre 13th, 2022|Diritto commerciale e societario, giuseppe edoardo tarabuso|

Con ricorso ex lege n 3/2012 al Tribunale di Cosenza Mc deduceva di versare in stato di sovraindebitamento e proponeva ai creditori un piano di ristrutturazione dei debiti al fine di soddisfare i propri crediti. Il tribunale di Cosenza denegava l’omologazione del piano sottolineando che la percentuale di soddisfazione dei creditori (3,82%) “non risponde al

L’incarico di amministratore si presume oneroso, ma il relativo credito ha natura chirografaria

marzo 2nd, 2021|Diritto commerciale e societario, Diritto fallimentare, Rosy Cina|

La Corte di Cassazione, con sentenza n. 1673 del 26/01/2021, ha risolto il dubbio riguardante l’esistenza o meno di un diritto al compenso dell’amministratore di società, sancendo il principio secondo cui “l’incarico di amministratore di una società ha natura presuntivamente onerosa; sicché egli, con l’accettazione della carica, acquisisce il diritto di essere compensato per l’attività

La giurisdizione nel caso di trasferimento della sede legale di una società

febbraio 26th, 2021|Diritto commerciale e societario, giuseppe edoardo tarabuso|

Con la sentenza 17 dicembre 2020, n. 28981, la Cass. Civ. a Sez. Unite si è pronunciata su un caso di insolvenza transfrontaliera, specificando la portata dell’art. 3 Reg. (UE) n. 2015/848. Il regolamento in questione stabilisce che, ai fini dell’individuazione del giudice competente a dichiarare il fallimento di una società, è necessario prendere in