Il Comune può imporre orario di chiusura ai locali?

maggio 6th, 2021|chiara verdone, Diritto civile|

Secondo quanto stabilito dalla Cassazione con ordinanza n. 6895/2021, in tema di tutela della concorrenza, sono da considerarsi illegittime le norme degli enti locali che respingono gli orari degli esercizi commerciali Con la predetta ordinanza, la Cassazione ha accolto il ricorso presentato da un barista il quale era stato multato per non aver rispettato quanto

Responsabilità del contribuente in caso di omessa dichiarazione dei redditi

aprile 6th, 2021|chiara verdone, Diritto Tributario|

In caso di omessa dichiarazione dei redditi il contribuente è responsabile anche se ha affidato l’incarico al commercialista. Con sentenza n. 16469/2020 la Corte di Cassazione, Terza Sezione Penale, ha stabilito che la responsabilità penale del contribuente, in caso di evasione fiscale per omessa dichiarazione, non viene meno neppure qualora l'incarico sia stato conferito ad

L’autocertificazione compilata con motivi infondati non è mai un reato

marzo 31st, 2021|chiara verdone, Diritto civile|

Con sentenza n. 54 del 2021, la Sezione GIP-GUP del Tribunale di Reggio Emilia ha stabilito che la compilazione di una falsa autocertificazione non ha rilevanza penale. In questo caso il GIP ha quindi pronunciato sentenza di proscioglimento per insussistenza del reato di cui all’art. 483 c.p., commesso da una coppia che aveva sostanzialmente compilato

L’ASTA FALLIMENTARE E LE NORME DELLA PROCEDURA DI ESPROPRIAZIONE IMMOBILIARE SPECIFICATAMENTE RELATIVE AL CD “AUMENTO DEL QUINTO/SESTO”

novembre 26th, 2020|Articoli, chiara verdone, Diritto civile, Focus|

L’art. 107 della Legge Fallimentare ha ad oggetto le modalità di vendita nel corso di un’asta fallimentare da parte del curatore addetto alla procedura fallimentare. Tale articolo consente al curatore di prevedere, nel programma di liquidazione da lui predisposto, che le vendite di beni mobili, immobili e mobili registrati vengano effettuate dal Giudice Delegato secondo

SEQUESTRO CONSERVATIVO: “Lì DOVE IL FUMUS NON SUSSISTE, IL GIUDICE DEL SEQUESTRO É ESENTATO DALL’ESAME E DALLA DECISIONE SUL PERICULUM IN MORA”.

novembre 19th, 2020|Articoli, chiara verdone, Diritto civile, Focus|

Il sequestro conservativo viene disciplinato dall’art 671 c.p.c il quale prevede che “il giudice, su istanza del creditore, che ha fondato timore di perdere la garanzia del proprio credito, può autorizzare il sequestro conservativo dei beni mobili o immobili del debitore o delle somme o cose a lui dovute, nei limiti in cui la legge ne permetta