Reati societari e qualifica di amministratore di fatto

settembre 30th, 2022|Alessandro Lovelli, Diritto penale|

Con la sentenza n. 34381/2022, la Suprema Corte di Cassazione, Sez. II penale, ha dichiarato inammissibile un ricorso proposto avverso l’ordinanza applicativa della misura cautelare degli arresti domiciliari, adottata nell’ambito di un procedimento penale in cui venivano contestati all’imputato le fattispecie di reato di cui agli artt. 512-bis cod. pen. e 8 D. Lgs. N.

Caparra confirmatoria e dichiarazione infedele

settembre 14th, 2022|Diritto penale, Mario Alletto|

La Cassazione riconosce la sussistenza del reato ex art. 4 D.Lgs. 74/2000. Nel diritto civile, il meccanismo della c.d. “caparra confirmatoria” – disciplinato dall’art. 1385 c.c. – implica la consegna, al momento del perfezionamento di un contratto, di una somma di denaro; naturalmente con l’intesa che, laddove la parte che ha versato la caparra dovesse

Sparlare dei capi su WhatsApp non è reato

giugno 28th, 2022|Alessandro Lovelli, Diritto penale|

Con la sentenza n. 11665/2022, la Cassazione ha enunciato il principio secondo cui denigrare il proprio capo su WhatsApp non configura un’ipotesi di reato. La vicenda processuale nasce dal ricorso al Tribunale di Udine, proposto da un dipendente della Italpol s.p.a., al fine di far dichiarare l’illegittimità del licenziamento per giusta causa intimatogli dall’impresa a

È istigazione all’odio il “Like” sul post razzista

marzo 8th, 2022|Alessandro Lovelli, Diritto penale|

Con la sentenza n. 4534/2022, la Suprema Corte di Cassazione ha dichiarato inammissibile il ricorso proposto avverso una misura cautelare disposta dal GIP per il reato di istigazione all’odio razziale. Il Tribunale di Roma, infatti, aveva confermato l’ordinanza con cui il GIP aveva applicato all’imputato la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla PG in ordine

Estorsione contrattuale: la Suprema Corte fa chiarezza sulla fattispecie tipica

febbraio 21st, 2022|Diritto penale, Mario Alletto|

Con la recente sentenza del 26 gennaio 2022, n. 2924, la II Sezione Penale della Corte di Cassazione torna a fare chiarezza circa gli elementi costitutivi della c.d. estorsione contrattuale, ossia di quella particolare forma di estorsione in cui il soggetto passivo viene costretto ad assumere un rapporto negoziale di tipo patrimoniale con lo stesso

BANCAROTTA RIPARATA E FINANZIAMENTI DEI SOCI

novembre 23rd, 2020|Articoli, Diritto penale, Focus|

Con la sentenza in esame la Corte di Cassazione definisce e analizza una particolare tipologia di bancarotta fraudolenta, la cosiddetta bancarotta “riparata”, di origine giurisprudenziale. La bancarotta “riparata” La bancarotta “riparata” è stata introdotta con la sentenza della Corte di Cassazione penale n. 6408 del 2014. Essa determina la non punibilità di colui che, avendo