Importante vittoria di Studio in Cassazione: Restituzione dei Beni alla Famiglia Saraco

giugno 21st, 2024|Cassazione, Rassegna Stampa|

Siamo lieti di annunciare che la Corte di Cassazione ha definitivamente posto fine alla vicenda “Itaca Free Boat”, accertando la legittimità della provenienza dei beni della famiglia Saraco e disponendo la revoca della confisca del patrimonio.

Questa decisione rappresenta una grande vittoria per la giustizia e per il nostro team legale.

È infatti passata in giudicato anche la sentenza con la quale la Corte d’Appello penale di Catanzaro aveva annullato la confisca 12 sexies disposta a suo tempo su tutto il patrimonio della famiglia SARACO. La predetta decisione era stata impugnata dal P.G. di Catanzaro e la Corte di Cassazione con la decisione adottata in data 30.05.2024 nel dichiarare l’inammissibilità del suddetto ricorso ha definitivamente posto fine ad una vicenda iniziata nel lontano 2016 con il sequestro preventivo di tutti i beni della famiglia SARACO.

Il sequestro prima e la confisca dopo avevano avuto origine in relazione alla vicenda del Porto di Badolato nell’ambito del processo penale Itaca Free Boat.

Il Prof. Avv. Sergio Scicchitano, l’Avv. Maria Raffaella Talotta, l’Avv. Francesco Gambardella e l’Avv. Giuseppe Della Monica hanno sostenuto anche in questa occasione le ragioni della famiglia SARACO dimostrando, ancora una volta, l’insussistenza dei presupposti per l’applicazione della confisca in relazione a ciascun bene appartenente al nucleo familiare SARACO; tutti i beni, quindi, sono risultati essere di provenienza lecita.

Il patrimonio della famiglia SARACO per un valore di svariati milioni di Euro era stato colpito da una precedente confisca di prevenzione a sua volta annullata dalla Corte di Appello penale di Catanzaro con provvedimento divenuto definitivo dopo che la Corte di Cassazione aveva dichiarato l’inammissibilità del ricorso proposto dal P.G. di Catanzaro; anche in quell’occasione la famiglia SARACO era stata difesa dal Prov. Avv. Sergio Scicchitano, dall’Avv. Maria Raffaella Talotta, dall’Avv. Francesco Gambardella e dell’Avv. Giuseppe Della Monica.

La Cassazione, nel dichiarare l’inammissibilità del ricorso proposto dal PG presso la Corte d’appello di Catanzaro, ha definito in favore della famiglia Saraco anche l’ultimo troncone processuale inerenti i beni sequestrati e confiscati rimasto ancora in piedi ribaltando così l’esito dei precedenti giudizi.

Per approfondire, ecco gli articoli pubblicati dai più importanti quotidiani online di settore:

incasso giuridico